0 0
Read Time:2 Minute, 43 Second

Sabato 29 ottobre si conclude ufficialmente la prima edizione del Premio Cambiare, promosso dall’Associazione Dire Fare Cambiare Aps con il riconoscimento di U.N.A.R. con il patrocinio dell’assessorato alle politiche sociali del Comune di Roma, realizzato con il sostegno di VAIA in collaborazione con Kaos Kult, Masc Aps, Biblioteca Casa del Parco, Smile Vision e AzzeroCO2.

Oggi incontriamo Giulia Morello, Presidente di Dire Fare Cambiare che da anni si occupa di produzione culturale con particolare attenzione alla tematica sociale e culturale. 

L’Associazione di cui è Presidente l’8 marzo del 2020 ha lanciato il Manifesto per la Cultura Bene Comune e Sostenibile 

La cultura oltre a modificare gli immaginari è anche un’industria che come tutte le altre inquina e lascia la propria impronta ambientale. Proprio per questo la cultura oltre a promuovere temi come l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite ha il compito (e il dovere) di cambiare i paradigmi produttivi per diventare volano e strumento di cambiamento. 

Come nasce il Premio Cambiare

Il Premio Cambiare è stato lanciato il 21 aprile scorso, Natale di Roma, ed ha ottenuto un gran riscontro in termini di proposte e candidature. Volevamo raccontare le persone e le organizzazioni che ogni giorno cambiano la nostra città rendendola più aperta, libera e inclusiva. 

Sentivamo il forte bisogno di una narrazione positiva della nostra città e delle persone che la abitano e la cambiano ogni giorno. 

Il comitato di selezione e la giuria del Premio Cambiare 2022

La nostra idea è stata quella di dare l’opportunità a chiunque di esprimere proposte e candidature tramite un form nel nostro sito ufficiale e di affiancare poi un comitato di selezione di assoluto valore per affinare al meglio la ricerca. Una volta terminato il lavoro del comitato di selezione il tutto è passato alla giuria di qualità. 

 

Vincitori e vincitrici del Premio Cambiare

Ed ecco svelata la meravigliosa lista di vincitori/rici per categoria: 

Sezione artisti/e: Zerocalcare e Giulia Anania

Cittadini/e: Aboubakar Soumahoro e Alessandra Laterza

Associazione no profit: Casetta Rossa

Influencer/Digital Creator: Fabrizio Politi e Domiziana Mecenate

La premiazione avverrà alle ore 12 di Sabato 29 ottobre presso il Parco del Pineto (Biblioteca Casa del Parco – Via della Pineta Sacchetti 78) alla presenza di: 

Mattia Peradotto, Direttore dell’Unar, Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni razziali della Presidenza del Consiglio dei ministri.

Barbara Funari, Assessora alle Politiche Sociali del Comune di Roma 

Sabrina Alfonsi, Assessora all’Ambiente del Comune di Roma 

Stefania Portaro, Assessora all’Ambiente del XIV Municipio di Roma

La piantumazione e la foresta urbana legata al Premio Cambiare

Siamo entrate in contatto con una start up del Trentino ideatrice del VAIA CUBE, un amplificatore naturale in legno realizzato con una filiera sostenibile e capace davvero di attuare un cambiamento sociale. Ci siamo da subito riconosciute nei valori espressi da questa società e abbiamo deciso assieme di realizzare la piantumazione di cinquanta piante per realizzare la foresta urbana legata al Premio Cambiare. Il tutto avverrà al Parco del Pineto di Roma (ingresso da Via Pineta Sacchetti 78) dalle ore 10 di sabato 29 ottobre. Dalle 10 piantumeremo 50 alberi con tutte le persone che verranno a partecipare. Ci piace molto l’idea che il tutto avvenga in un clima di festa e di partecipazione.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *